fbpx

Adeguata verifica della clientela: contenuto e ambito di applicazione

Adeguata verifica della clientela

Di seguito cercheremo di fare chiarezza sulla procedura di Adeguata Verifica della Clientela, sui casi in cui la procedura è obbligatoria e in cosa consiste, con l’augurio che a fine lettura tu abbia un quadro più completo e chiaro del contenuto della normativa.

L’adeguata verifica consente al professionista di stabilire per chi sta realmente lavorando e a cosa sono destinate le prestazioni richieste.  La normativa stabilisce che l’obbligo di adeguata verifica della clientela nasce ogni qualvolta si instaura un rapporto continuativo o viene conferito un incarico professionale, nel momento in cui si esegue un’operazione occasionale che prevede la movimentazione di denaro pari o superiore a 15.000 euro, in casi di trasferimento di fondi superiori a 1.000 euro, e naturalmente in caso sospetto di riciclaggio o finanziamento al terrorismo.

Adeguata Verifica della Clientela: cos’è

L’adeguata verifica della clientela consiste nelle seguenti attività:

a) identificazione del cliente e dell’eventuale esecutore;
b) identificazione dell’eventuale titolare effettivo;
c) verifica dell’identità del cliente, dell’eventuale esecutore e dell’eventuale titolare effettivo sulla base di documenti, dati o informazioni ottenuti da una fonte affidabile e indipendente;
d) acquisizione e valutazione di informazioni sullo scopo e sulla natura del rapporto continuativo nonché, in presenza di un rischio elevato di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo, dell’operazione occasionale;
e) esercizio di un controllo costante nel corso del rapporto continuativo.
Quando i destinatari non sono in grado di rispettare gli obblighi di adeguata verifica della clientela non instaurano il rapporto continuativo (cfr. art. 42 del decreto antiriciclaggio). Se l’impossibilità si verifica per un rapporto continuativo in essere, essi si astengono dal proseguire il rapporto. In questi casi, i destinatari valutano inoltre se inviare una segnalazione di operazione sospetta.

Ambito di applicazione: quando procedere con l’adeguata verifica della clientela

In precedenza abbiamo già elencato gli ambiti di applicazione della procedura, ma vediamo in dettaglio.
Le attività di adeguata verifica sono effettuate nei momenti e nelle circostanze di seguito indicati:

  1. quando si instaura un rapporto continuativo;
  2. quando viene eseguita un’operazione occasionale disposta dal cliente che: comporti la trasmissione o la movimentazione di mezzi di pagamento di importo pari o superiore a 15.000 euro, indipendentemente dal fatto che sia effettuata con un’operazione unica o con più operazioni frazionate; o consista in un trasferimento di fondi  superiore a 1.000 euro. I limiti di importo non si applicano, ed è quindi sempre dovuta l’adeguata verifica, per tutte le operazioni occasionali effettuate a titolo di servizio di pagamento o di emissione e distribuzione di moneta elettronica tramite agenti in attività finanziaria o “soggetti convenzionati e agenti”.

    Rientrano tra le operazioni occasionali anche i casi in cui le banche, gli istituti di moneta elettronica, gli istituti di pagamento o Poste Italiane S.p.A. agiscano da tramite o siano comunque parte nei trasferimenti di denaro contante o titoli al portatore effettuati a qualsiasi titolo tra soggetti diversi, di importo complessivo pari o superiore a 15.000 euro;

  3. quando vi è sospetto di riciclaggio o di finanziamento del terrorismo, indipendentemente da qualsiasi deroga, esenzione o soglia applicabile; i destinatari si avvalgono degli indicatori di anomalia e degli schemi rappresentativi di comportamenti anomali emanati dalla UIF, in base al decreto antiriciclaggio;
  4. quando sorgono dubbi sulla completezza, attendibilità o veridicità delle informazioni o della documentazione precedentemente acquisita (es., nel caso di mancato recapito della corrispondenza all’indirizzo comunicato o di incongruenze tra documenti presentati dal cliente o comunque acquisiti dal destinatario).

Continua a seguirci e a consultare il nostro blog, la prossima settimana andremo ad analizzare nel dettaglio l’Identificazione del cliente e l’Identificazione del titolare effettivo.

Per scoprire di più sui nostri strumenti pensati per adempiere agli obblighi di adeguata verifica della clientela contattaci al 06 8777 6655 o compila il form sottostante. 

BE INFORMED, BE COMPLIANT  

 

2019-11-19T13:25:36+02:00